MEMORIE ANIMATE DI UNA REGIONE LAB

MEMORIE ANIMATE DI UNA REGIONE LAB

Il Sistema regionale delle Mediateche del Friuli Venezia Giulia organizza un progetto didattico di Visual Storytelling per gli studenti delle scuole superiori! Un laboratorio per scoprire, conoscere e valorizzare i film di famiglia!

Il progetto Memorie Animate di una Regione wwww.memorieanimatefvg.it che si propone di raccogliere, digitalizzare e valorizzare i filmati in formato ridotto provenienti dalle famiglie della regione, promosso e organizzato dalle 4 Mediateche del Sistema Regionale delle Mediateche del Friuli Venezia Giulia (Mediateca La Cappella Underground di Trieste, Mediateca Cinemazero di Pordenone, Mediateca "Mario Quargnolo" di Udine e Mediateca.GO "Ugo Casiraghi" di Gorizia) promuove Memorie animate di una regione Lab, un progetto didattico di Visual Storytelling con protagonisti attivi quattro gruppi di studenti delle scuole secondarie di secondo grado della regione che nel corso dell'anno scolastico analizzeranno e rielaboreranno, in maniera creativa, film di famiglia.

Le scuole interessate potranno presentare la loro candidatura alle mediateche di riferimento a partire dal 12 gennaio fino al 13 febbraio. Il 18 febbraio saranno comunicate le classi selezionate.

Il laboratorio didattico, gratuito per le scuole interessate, vanterà la collaborazione di Ginko Film, la società produttrice di Le storie che saremo (il film collettivo realizzato con numerosi archivi italiani di Home Movies) e di Giuseppe Ferrari e Nicoletta Traversa del gruppo RI-PRESE che cureranno l'approfondimento di Visual Storytelling e permetteranno agli studenti di comprendere i significati e il contesto storico e sociale documentati dai filmini di famiglia, imparando a confrontare la dimensione passata in cui questi sono stati creati e la contemporaneità in cui vengono fruiti.

Non un semplice lavoro di montaggio e recupero e non una mera operazione nostalgica su materiali del passato: gli alunni, infatti, saranno incoraggiati ad attribuire senso alla realtà che vivono, alla propria identità, individuale e collettiva, a trasmettere valori, a immaginare in modo nuovo il futuro.

Il percorso laboratoriale condurrà alla realizzazione di un prodotto audiovisivo che sia testimonianza del processo didattico a cui hanno partecipato ed espressione della capacità di generare inedite narrazioni audiovisive destinate a un pubblico usando sia materiali analogici che digitali.

Nel corso del laboratorio, che prenderà avvio da marzo e si protrarrà fino a maggio 2021, gli studenti, divisi per territorio d'appartenenza, potranno utilizzare in modo creativo tanto i film di famiglia messi a disposizione da archivi e partner di progetto, quanto i video (Stories) offerti da Social Network come Instagram.

In ragione dell'attuale emergenza sanitaria, il laboratorio si potrà svolgere con una modalità didattica mista, includendo sia lezioni a distanza che lezioni tradizionali a scuola, in presenza, laddove sia possibile e in accordo con gli istituti scolastici coinvolti.

>>> SCARICATI IL PROGETTO DIDATTICO <<<

Per info consultare il sito www.memorieanimatefvg.it o scrivere a info@memorieanimatefvg.it


LINEE GUIDA COVID-19

La mediateca è aperta da lunedì a venerdì, dalle 15 alle 19, esclusivamente per i servizi di prestito/restituzione.

Per garantire la sicurezza degli utenti e degli operatori al prestito, oltre all'obbligo di mantenere una distanza di sicurezza di 1-2 metri e di indossare mascherina e guanti, le misure preventive che verranno attuate saranno le seguenti:

● sarà possibile accedere alla mediateca esclusivamente dall'entrata situata in via Bombi (lato galleria);
● la sala studio rimarrà chiusa fino a data da destinarsi e gli utenti non potranno usufruire delle postazioni Internet e dei servizi di consultazione libraria e/o audiovisiva;
● agli utenti non sarà permesso sostare negli ambienti della mediateca oltre il tempo necessario alla restituzione e/o al prestito dei materiali;
● sarà possibile sostare negli ambienti della mediateca un utente alla volta.

In ottemperanza al DPCM del 3 dicembre 2020 il servizio di prestito sarà disponibile solo PREVIA PRENOTAZIONE chiamando lo 0481-534604 o mandando una mail a info@mediateca.go.it. Attraverso questi due canali si potranno prenotare anticipatamente i film che l'utente desidera prendere in prestito e la data e la fascia oraria per il ritiro.

Suggeriamo di verificare la disponibilità delle opere desiderate sul catalogo online delle Mediateche del Friuli Venezia Giulia (www.mediatechefvg.it/opac) e di indicare almeno un titolo sostitutivo, qualora quello richiesto non fosse disponibile.

Gli utenti che dovranno restituire i materiali, ma che non desiderano prendere in prestito nulla, potranno passare senza prenotazione in mediateca da lunedì a venerdì, dalle ore 15 alle ore 19.

I film e i libri restituiti subiranno un periodo di quarantena preventiva, pertanto non potranno essere presi in prestito prima che passi tale periodo.

Si raccomanda agli utenti di maneggiare i materiali della mediateca solo dopo avere lavato o disinfettato le mani, di non tossire né starnutire sui libri e/o DVD, oltre che di tenere presente tutte le pratiche utili alla tutela della salute propria ed altrui.


MEDIATECAMBIENTE

È stata pubblicata online la nuova versione di www.mediatecambiente.it, uno spazio web che raccoglie progetti, sperimentazioni e novità che riguardano l’educazione ambientale attraverso l’audiovisivo.

Mediatecambiente è un progetto nato nel 2007 grazie alla collaborazione tra l’ARPA FVG – Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale (LaREA) e il Sistema Regionale delle Mediateche del Friuli Venezia Giulia (di cui fanno parte la mediateca Pordenone di Cinemazero, la mediateca Mario Quargnolo di Udine, la mediateca di Gorizia Ugo Casiraghi e la mediateca di Trieste La Cappella Underground).

Il progetto si sviluppa grazie a un incrocio di competenze: da un lato l’ARPA FVG, sul piano scientifico ed educativo, dall’altro le mediateche su quello della comunicazione e cultura dell’audiovisivo.

Nel sito sono descritti e raccolti tutti i progetti svolti negli ultimi anni e i progetti in corso; inoltre sono disponibili più di 60 video, tra spot realizzati con le scuole, minidoc, tutorial e documentari.

Una delle sezioni più ricche del sito è quella dedicata agli spot realizzati con le scuole secondarie di secondo grado e con le università. In particolare, durante i laboratori audiovisivi della durata di circa 20 ore, gli studenti scelgono uno o più aspetti chiave legati al tema ambientale trattato, per sviluppare un’idea e trasformarla in uno spot video, legando così conoscenze tecniche del montaggio audiovisivo (curate da un esperto delle mediateche) all’approfondimento della tematica ambientale con un esperto dell’ARPA FVG.

Un altro format audiovisivo sul quale ha puntato il progetto Mediatecambiente è quello dei documentari quali veicolo culturale per sviluppare sul territorio riflessioni e progettualità volte alla sostenibilità. A tal proposito, dopo il successo di Un paese di primule e caserme del 2014, dedicato al recupero delle caserme abbandonate in Friuli Venezia Giulia, sono stati prodotti tre documentari sugli aspetti socio culturali legati ai fenomeni meteo e il documentario Binari, sull’abbandono e recupero delle linee ferroviarie per promuovere progettualità legate al turismo lento e alla mobilità sostenibile. Binari è stato ufficialmente selezionato tra i migliori documentari italiani nell’edizione 2018 del Festival Cinemambiente di Torino.

Nel sito è visualizzabile anche un catalogo tematico per ricercare audiovisivi e progetti su tematiche inerenti l'ambiente e la sostenibilità. Sempre dal sito è possibile verificare quali film sono disponibili nelle diverse mediateche della regione.

Dal 2007, grazie alla collaborazione tra ARPA FVG e il Sistema Regionale delle Mediateche del Friuli Venezia Giulia, sono state organizzate più di 250 manifestazioni tra proiezioni cinematografiche e altri eventi per le scuole e il pubblico in regione. In particolare, ogni anno Mediatecambiente trova spazio in due festival regionali: Le voci dell’inchiesta organizzato da Cinemazero di Pordenone con una selezione specifica di documentari dedicati alle tematiche ambientali e il Trieste Science+Fiction Festival organizzato da La Cappella Underground con la sezione Future Environment sulla fantascienza e ambiente.

Mediatecambiente si rivolge ad appassionati di cinema e di ambiente, può essere utile agli studenti per approfondire tematiche ambientali in modo informale, agli educatori per progettare dei percorsi di educazione ambientale attraverso l’audiovisivo e ai videomaker per promuovere i loro progetti.

Nel contesto dell’educazione ambientale i mass media ricoprono un ruolo fondamentale. Per questo motivo dal 2018, è esistente un accordo con la RAI FVG per la messa in onda sistematica dei materiali video prodotti da Mediatecambiente.

La nostra costruzione della realtà è basata, in larga misura, sulle immagini della realtà stessa che oggi sono veicolate in gran quantità dal sistema mediatico. Anche per ciò che riguarda le tematiche dello sviluppo sostenibile, la loro rappresentazione mediatica è oggi, e continuerà ad essere nel futuro, fondamentale per indirizzare la consapevolezza e considerazione dei cittadini, e per il modo in cui le persone si relazionano a queste materie. In questa direzione, Mediatecambiente è un progetto mirato a valorizzare il ruolo degli strumenti audiovisivi per l'educazione, la divulgazione e la disseminazione delle tematiche legate all'ambiente e alla sostenibilità.